Weitere Marken von Sievert
Suche

[Translate to italienisch:] BAUWERKE BESSER ABDICHTEN
PROLASTIC® 55Z - Jetzt noch Leistungsstärker

[Translate to italienisch:] Wir haben unsere bekannte Hybridabdichtung PROLASTIC® 55Z jetzt noch besser gemacht, damit Sie noch besser arbeiten können.

  • Top Aufziehverhalten
  • Top Standfestigkeit
  • Top Glättverhalten

PROLASTIC® 55Z bietet Ihnen noch mehr Flexibilität in der Ausführung.

Durch die neuen Portionsgebinde mit 2 x 13 kg können Sie nun auch halbe Gebinde anrühren. Durch die Abpackung im Schlauchbeutel reduziert sich auch der Verpackungsmüll deutlich. Das ist nicht nur praktisch, sonder auch nachhaltig.

[Translate to italienisch:] Bestellformular

[Translate to italienisch:] per Fax bestellen

online bestellen

PROLASTIC® 55Z impermeabilizzato in modo rapido, flessibile e con una elevata resa

Le soluzioni offerte per proteggere le varie parti di un edificio dall'umidità e dalle infiltrazioni di acqua sono svariate come le stesse aree di applicazione. Ora c’è un prodotto che copre quasi l'intero spettro delle possibilità di impermeabilizzazione: PROLASTIC® 55Z, il rivestimento a spessore, bicomponente senza bitume è l'ideale per

  • Impermeabilizzazione di pareti di cantine a contatto con il terreno
  • Impermeabilizzazione di fondamenta
  • Impermeabilizzazione di solette
  • Impermeabilizzazione di ambienti umidi e bagnati
  • Risanamento di vecchie impermeabilizzazioni, anche bituminose
  • Impermeabilizzazione di giunti di contrazione e movimentazione su cls impermeabile all’acqua
  • Incollaggio di pannelli di protezione e isolamento

PROLASTIC® 55Z protegge in modo affidabile tutte le superfici minerali a contatto con il terreno dagli schizzi d'acqua, dall'umidità del suolo e dall'acqua di infiltrazione non stagnante, dall'acqua non in pressione come anche dall’acqua di infiltrazione che si accumula e dall’ acqua in pressione.

PROLASTIC® 55Z è un impermeabilizzante privo di bitume che combina in sé perfettamente i vantaggi dei rivestimenti bituminosi a spessore modificato sinteticamente con quelli delle malte impermeabilizzanti minerali.


[Translate to italienisch:] Anwendungsgebiete

[Translate to italienisch:]

  • Beton, Putz, Mauerwerk
  • Feucht- und Nassräume
  • Abdichtung von Betonflächen im erdberührten Bereich (> 3 m)
  • Bodenplattenabdichtungen
  • Abdichtung im WDV-System
  • Als Bauteilabdichtung unter Fliesen und Platten
  • Als Carbonatisierungsbremse bei Beton
  • Verklebung von Dämmplatten
    [Translate to italienisch:]

    Jetzt in neuer Verpackung


    Caretteristiche

    [Translate to italienisch:] PROLASTIC® 55Z ist eine bitumenfreie Flächenabdichtung, die die Vorteile von kunststoffmodifi zierten Bitumendickbeschichtungen und mineralischen Dichtungsschlämmen perfekt vereint.

     

    Imballo:confezione mista
    2 x 6,5 kg sacchetto a tubo
    2 x 6,5 kg Papiersack Pulver
    Temperatura di lavorazione:da +5°c a +25°C
    Fuori pioggia:dopo 2 ore1
    Sollecitabile, ricopribile:dopo ca. 16 ore1
    Consumo:1,08 kg/m2 je mm Schichtdicke

                                                                                      1) A +20 °C und 60 % di U.R.

    CARATTERISTICHE
    PROLASTIC® 55Z è una impermeabilizzazione ibrida, bicomponente, studiata per rispondere ad esigenze elevate. Facile, rapida, flessibile a freddo, elevata capacità di sopportare e ripristinare lesioni (> 2 mm) e di impiego universale. Particolarmente adeguato per l‘impermeabilizzazione di superfici di scantinati e basamenti, nel caso in cui le tempestiche di intervento debbano essere ridotte.
    PROLASTIC® 55Z fonde in un unico prodotto i vantaggi delle malte impermeabilizzanti minerali con la flessibilità delle impermeabilizzazioni bituminose.
    • Massima resa
    • Impiegabille su tutti i supporti minerali, sul bitume vecchio senza consolidamento intermedio
    • Intonacabile, pitturable, resistente al gelo e ai sali antigelo, resistente ai raggi UV
    • Testato secondo il regolamento PG-MDS/FPD e in ottemperanza alla DIN EN15814
    • Emissioni ridotte (EC1 Plus) e non necessitante di una particolare classificazione - adeguato per uso in interni
    • Impermeabilizzazioni di superfici, basamenti e impermeabilizzazioni orizzontali, tutto in uno.
    • Applicabile a spatola, a pennello, a spruzzo oppure a rullo
    • Impermeabile al radon

    SOSTANZE CONTENUTE
    Componente fluido: dispersione di polimeri, additivi.
    Polvere: cemento specile, additivi minerali, eccipienti, pigmenti.

      CAMPI DI IMPIEGO
      PROLASTIC® 55Z viene impiegato per interventi di impermeabilizzazione sopra e sotto terra e in costruzioni ingegneristiche su tutti i supporti stabili. Particolarmente adeguato per una impermeabilizzazione rapida di pareti e solette come anche cantine in ottemperanza alla DIN 18533.
      Come impermeabilizzazione del punto di connessione parete/soletta come anche per il risanamento di vecchie impermeabilizzazioni bituminose. Per cantieri dove i tempi di esecuzione sono ridotti al minimo. Interventi di impermeabilizzazione in ambienti interni, poiché non spolvera e ha un ridottissimo valore di emissioni. Risponde e soddisfa i requisiti previsti dalla DIN 18533, sezione 10, tabella 5 (MDS).
      Effettuare l‘ impermeabilizzazioni di soglie, porte e elementi della finestra al solito livello in combinazione con la bandella IMBERAL® DB-PV 89ZH come da direttive FDP (impermeabilizzazioni a spessore flessibili modificate polimericamente).

        CAMPI DI IMPIEGO

        CONSUMO
        Consumo conformemente a DIN 18533-3 (MDS)5)
        DIN 18533 W1-E
        Lastre in presenza di
        umidità del terreno

        DIN 18533 W4-E
        acqua battente e umidità del terreno sullo zoccolino,
        come anche acqua capillare
        dentro e sotto le pareti

        In ottemperanza alla DIN 18533 (PMBC)6)
        rasatura/intasatura

        DIN 18533 W1-E4)
        umidità del suolo e acqua
        non in pressione

        DIN 18533 W2-E2) 4)
        azione moderata di acqua
        in pressione

        DIN 18533 W3-E 2) 4)
        acqua non in pressione su
        solai ricoperti con terreno

        DIN 18533 W4-E4)
        acqua battente e umidità
        del terreno sullo zoccolino,
        come anche acqua capillare
        dentro e sotto le pareti

        Consumo come collante per pannelli isolanti
        W1-E
        incollaggio puntiforme
        incollaggio a zona

        W2-E / W3-E3)
        incollaggio a zona
        (incollaggio a pressione)



        2,2 kg/m²




        2,2 kg/m²


        1 - 2 kg/m²



        3,3 kg/m²



        4,4 kg/m²



        4,4 kg/m²





        3,3 kg/m²



        2-3 kg/m²
        3-4 kg/m²



        ca. 4 kg/m²


          1) A +20 °C und 60 % di U.R. 2) In linea di principio viene stesa ed inglobata sull‘intera superficie una rete di armatura. 3) Si consiglia di attenersi alle indicazioni del produttore dei pannelli sulle possibilità di impiego in campo edilizio. 4) Non risponde alla normativa.PREPARAZIONE DEI SUPPORTI
          I supporti devono essere solidi, stabili e privi di qualsiasi impurità o residuo che potrebbe pregiudicare l‘adesione. Applicare IMBERAL® Aquarol 10D come base su tutti i supporti assorbenti, minerali. Eventuali vecchie impermeabilizzazioni bituminose ancora bene in adesione possono essere ricoperte, previa precedente pulizia, senza dover applicare un primer.
          I seguenti supporti sono adeguati, ad esempio, a ricevere una impermeabilizzazione:
          murature secondo la DIN 1053, come ad es quelle in:
          - mattoni
          - forati e elementi pieni in calcestruzzo leggero e calcestruzzo, pietre per casolari di campagna
          - pietre in arenaria, pietre in calcestruzzo aerato
          - pietre per casseri in calcestruzzo, muratura mista
          - calcestruzzo/cemento armato conforme a EN 206/1 in concordanza con la DIN 1045-2
          - intonaco (DIN V 18550)- gruppo delle malte P III, CS III, CS IV secondo la DIN EN 998-1

          Preesistenti pitture e rivestimenti a base bitume su supporti minerali, come anche su precedenti, vecchie malte impermeabilizzanti minerali.
          - massetti in cemento
          - vecchie superfici piastrellate ancora bene in adesione, devono essere pulite e sgrassate. La carteggiatura della superficie aumenta enormemente l‘adesione.

          Per gli eventuali supporti non riportati nella suddetta lista si renede necessario un test di prova per verificarne l‘idoneità all‘uso specifico.
          In caso di murature secondo la DIN 1053 i giunti di contrazione di ampiezza maggiore ai 5 mm devono essere stuccati con malta esternamente nel murare, ad es.nel caso in cui le pietre non siano state posate a “incastro“. Eventuali avvalamenti non stuccati più ampi di 5 mm, come ad es tasche di malta o cavità, dovranno essere stuccati precedentemente con INTRASIT® SM 54Z/ INTRASIT® RZ1 55HSP. Allo stesso modo le gusce dovranno essere eseguite con INTRASIT® SM 54Z/ INTRASIT® RZ1 55HSP.
          In caso di acqua di infiltrazione stagnante il cemento armato deve rispondere alla DIN EN 206 e DIN 1045. Inoltre si dovrà attenersi alle direttive relative al calcestruzzo WU.
          PROLASTIC® 55Z si presta soprattutto per l‘impermeabilizzazione di punti di congiunzione e plinti. Dettagli sulla pianificazione e schizzi ecc. possono essere visualizzati in internet consultando quanto relativo al prodotto.
          PROLASTIC® 55Z si inserisce nella nuova gamma di prodotti a spessore (FPD), flessibili e modificati con polimeri. Poichè questi prodotti non veranno standardizzati che nel prossimo futuro, i prodotti FDP non sono ancora contemplati nell‘attuale versione della normativa per le impermeabilizzazioni. L‘esecuzione dei lavori di impermeabilizzazione è dunque da stabilirsi con la direzione lavori conformemente al VOB parte C. Sul nostro sito è presente ad ogni modo un facsimile.

            PREPARAZIONE DEI SUPPORTI
            In caso di murature con elementi in calcestruzzo autoclavato e calcestruzzo autoclavato leggero sono necessarie misure specifiche per la sigillatura dei pori (ad es. una intasatura con PROLASTIC® 55Z). La “rasatura“ deve poi poter asciugare/reagire per ca. 2 ore prima di procedere con ulteriori applicazioni. E‘ inoltre necessario verificare lo stato del calcestruzzo. Eventuali cavità risultate nel gettare e grate delle casseformi dovranno essere eliminate come nelle murature. Si dovranno rimuovere eventuali sostante disarmanti, come ad es. olio disarmante oppure agenti di post-trattamento. I pori, a vista o nascosti, possono ad es., in caso d‘irraggiamento solare portare alla formazione di bolle nello strato di rivestimento fresco. Per ridurre al minimo il rischio della formazione di bolle, si consiglia di effettuare una intasatura/rasatura. Prima di procedere con ulteriori applicazioni la rasatura/intasatura dovrà essere asciutta/legata. Strati di sedimento di calcestruzzo oppure impurità incrostate dovranno essere rimosse meccanicamente (ad es. con dischi/frese rotanti). Lo spigolo della soletta in calcestruzzo dovrà essere smussato. Prima di applicare l‘impermeabilizzazione, la soletta in calcestruzzo preparata (platea di fondazione) dovrà essere pulita a fondo. Gli intonaci non ben coesi dovranno essere rimossi nei punti in cui non aderiscono e sostituiti adeguatamente. Gli intonaci sfarinanti dovranno essere consolidati o rimossi e all‘occorenza rifatti nuovi. Eventuali impermeabilizzazioni preesistenti si adattano ad essere un supporto adeguato per il PROLASTIC® 55Z soltanto se è indicata la compatibilità del materiale con la precedente impermeabilizzazione.In caso di dubbio si consiglia di accertarsi della compatibilità eseguendo una prova di spatolatura/incollaggio. Inoltre si dovrà testare che l‘adesione della preesistente impermeabilizzazione al supporto sia sufficiente. Parti incoerenti devono essere rimosse. La stesura dopo l‘esecuzione di una intasatura/rasatura può essere effettuata direttamente sul vecchio supporto. Non si rende necessario l‘uso di un primer. Pitture a base catrame come guaine in catrame non sono adeguate come supporto per ricevere impermeabilizzazioni.
            Se le superfici sono sottoposte a pressione come anche superfici in klinker rialzate si consiglia di utilizzare il nostro prodotto IMBERAL® RSB 55Z.

              MODO DI LAVORAZIONE
              Miscelazione:
              PROLASTIC® 55Z viene fornito in una confezione innovativa e salva risorse. Per la lavorazione dapprima si toglie il componente in polvere (sacco in cartene). Poi con un cutter si apre il componente fluido, presente nel secchio, e lo si versa completamente nel contenitore usato per miscelare. A questo punto mentre si miscela, con adeguato trapano (min. 600 UpM), si aggiunge il componente in polvere. Qualora si utilizzino quantitativi parziali, i componenti vanno pesati. Il rapporto di miscelazione è 1: 1 in parti di peso.
              Impermeabilizzazione di superfici:
              La lavorazione delle FDP (rivestimenti a spessore polimerici flessibili) avviene minimo in due mani. In presenza di umidità del terreno e acqua non in pressione come anche in ambito dello zoccolino la stesura delle impermeabilizzazioni può avvenire fresco su fresco. Contro l‘acqua in pressione dall‘esterno, azione moderata e in caso di acqua non in pressione su solai ricoperti con terra si ingloba nel primo strato la rete di armatura IMBERAL® VE 89V. La stesura della seconda mano viene effettuata quando la prima stesura ha raggiunto uno stato tale da non poter più essere danneggiata.
              Giunti di movimentazione:
              I giunti di movimentazione e strutturali devono essere eseguiti con IMBERAL®FAB 89ZH ed essere integrati nell‘impermeabilizzazione della superficie.
              Misure di protezione:
              L‘impermeabilizzazione deve essere protetta da eventuali cause di danneggiamento. A completa asciugatura del manto impermeabilizzante viene posizionato il pannello drenante e di protezione IMBERAL® Multidrain 89V. Se la protezione viene fatta mediante adeguati pannelli isolanti perimetrali l‘incollaggio avviene in modo puntiforme con procedimento a perlina oppure su tutta la superficie con PROLASTIC® 55Z oppure con IMBERAL® BEP-F 20B.

              AVVERTENZE
              • Attenersi alla temperatura di lavorazione indicata compresa fra +5°C e +25°C
              • Lo spessore max. di applicazione per ogni singola stesura è di 6 mm
              • In presenza di irraggiamento solare, temperature elevate e ventilazione bisognerà tenere presente la formazione di una pellicola superficiale in tempi brevi. Si consiglia di prevedere misure per la messa in ombra.
              • Applicare soltanto su supporti asciutti o umido opachi
              • Evitare colpi di spatola grossolani sulla superficie.
              • Attenersi alle indicazioni della DIN 18533
              • Immediatamente dopo l‘uso pulire gli attrezzi da lavoro con acqua pulita.
              • In caso di soglie, porte e elementi della finestra al solito livello, con elevata variazione dell‘ampiezza della lesione > RÜ3-E, si consiglia l‘impiego di IMBERAL® DAB 30P.
              • In caso di pericolo di umidità dal lato negativo, prevedere una protezione contro l‘umidità dalla parte sottostante mediante applicazione di INTRASIT® RZ1 55HSP oppure INTRASIT® DS1 54Z .
              • Se vengono utilizzati pannelli isolanti come impermeabilizzazione dello zoccolino al di sopra del livello del terreno, i supporti in EPS (polistirene espanso) e XPS (polistirene estruso) devono essere preventivamente trattati con una malta di armatura adeguata e interposizione di rete.

              NORME DI SICUREZZA / SUGGERIMENTI
              Il componente in polvere a contatto con acqua origina una reazione alcalina. Per informazioni più dettagliate sul trasporto, stoccaggio e manipolazione si rimanda alla relativa scheda di sicurezza.

                SMALTIMENTO
                Smaltire in conformità alle vigenti prescrizioni locali.

                  DATI TECNICI
                  Imballo
                  Quantità componente fluido

                  Quantità polvere

                  Pallettizzazione
                  Densità, pronto all‘uso
                  Colore
                  Temperatura di lavorazione
                  Tempo di lavorabilità
                  Rottura a freddo
                  (mandrino 25 mm)
                  Allungamento alla rottura
                  Max. resistenza allo strappo
                  Impermeabilità
                  Fuori pioggia1)
                  Incollaggio pannelli protettivi1)
                  Sollecitabile, ricopribile1)
                  Conservazione e stoccaggio
                  confezione mista
                  2 x 6,5 kg
                  sacchetto a tubo
                  2 x 6,5 kg
                  sacco in cartene
                  18 confezioni /pallet
                  0,98 kg/l
                  grigio
                  da +5°c a +25°C
                  ca. 30 minuti

                  < 0°C
                  ca. 80%
                  ca. 2,20 N/mm2
                  3 bar / 28 giorni
                  dopo ca. 2 ore
                  dopo ca. 3 - 4 ore
                  dopo ca. 16 ore
                  12 mesi all‘asciutto, teme il gelo

                    Stratificazione del sistema

                    Supporto:Muratura secondo DIN 1053, calcestruzzo e intonaco.
                    Il supporto deve essere solido, stabile e portante, privo di gelo e altre sostanze disarmanti.
                    Primer:IMBERAL® Aquarol 10D
                    Impermeabilizzazione:PROLASTIC® 55Z
                    Interposizione di armatura:IMBERAL® VE 89V (opzionale)

                    SI Vostri vantaggi in un colpo d’occhio

                    • rapidamente fuori pioggia e impermeabile all’acqua in pressione
                    • Incollaggio die pannelli di protezione già dopo 4 ore
                    • Riempimento degli scassi già dopo 16 ore
                    • altamente flessibile (capacità di sopportare e ripristinare lesioni > 2 mm)
                    • consumo ridotto ((≈ 1 kg/m2/mm)
                    • per verticale e orizzontale interni ed esterni
                      • resistente al gelo, ai Sali antigelo e ai raggi UV
                      • Impermeabilizzazione & ponte di aggrappo tutto in uno
                      • Impermeabilizzazione dello zoccolino e delle pareti della cantina al contempo
                      • Impermeabile al radon
                      • bassissime emissioni (EC1 PLUS)

                        Sistema dei prodotti